30 marzo 2010

Pulizie di Pasqua

Dopo questo interminabile inverno, finalmente si fa largo una timida primavera, che la mamina ha deciso di inaugurare con un bel bagnetto rigenerante.

Prima di ogni bagnetto è bene iniziare con una bella spazzolata, le spazzole migliori sono quelle con le puntine di gomma, noi detestiamo i cardatori, quelli con le puntine di metallo, sono inadatti al pelo liscio e corto e poi irritano tanto la nostra pelle!

L'acqua deve essere tiepida, la mamina ci inumidisce per benino il pelo e passa due volte lo shampoo apposta per cani, noi adoriamo il Leniderm all'avena per pelli sensibili, che lascia un gradevole profumino.
Dopo aver massaggiato per bene lo shampoo, lo lascia agire per qualche minuto e risciacqua abbondantemente, evitando gli occhi e l'interno orecchie.

Poi ci asciuga con cura, con il nostro asciugamano personale, non dimenticando lo spazio tra i polpastrelli, d'inverno possiamo sostare anche qualche minuto davanti alla stufetta elettrica (odiamo l'asciugacapelli) mentre d'estate poltriamo al sole in cortile.

Questa è una buona occasione per controllare e pulire le orecchie, e per chi ne avesse la necessità, come Margot, è il momento ideale per il taglio delle unghie (se non siete esperti fatevi spiegare dal veterinario o affidatevi ad un buon toelettatore).

Non esagerate con i bagnetti, lavaggi frequenti ed aggressivi eliminano la protezione del pelo e possono seccare la pelle, piuttosto passateci con un panno spugna umido, usando acqua e un cucchiaio di aceto bianco!

Infine ricordatevi che gli antiparassitari non vanno messi subito dopo il bagnetto, ma bisogna aspettare almeno un paio di giorni, in modo che la pelle riacquisti il suo naturale equilibrio.