14 febbraio 2008

Per un pugno di peli

:: PELO ::
Oggi parliamo di pelo.
In breve, per chi ancora non lo sapesse, il mondo PELOSO dei Jack Russell si divide principalmente in 3 grandi categorie:

LISCIO: come me. Pelo cortissimo, come degli aghini sottili (si infilano nei maglioni che è una meraviglia), lucido.
RUVIDO: pelo lungo, a spazzolina.
BROKEN: incrocio tra i primi due, spesso salta fuori un simpaticissimo musino baffuto.

Poi esistono ulteriori incroci e vie di mezzo (che mi piace definire BRO-DO e BRO-SCIO, ahahah!), di cui fa parte la temibile Margottina, dove il pelo è più lungo e folto.

Sfatiamo subito un mito.
Pur essendo un cane a pelo corto, il Jack Russell perde TANTISSIMO pelo.
Eh sì, rassegnatevi ed imparate a conviverci, non c'è rimedio.
In realtà devo ancora conoscere un cane che non perde pelo.
Ho sentito dire in giro che quello a pelo ruvido ne perde meno (ho chiesto ad alcuni proprietari, che hanno negato, ma forse ne perde meno in relazione ad un liscio, ma sempre ne perde).

Io, personalmente, posso dire che pur essendo una LISCIA purosangue, non ne perdo un'esagerazione, solo nei periodi di cambio e la cosa è tollerabile.
La Margot invece è un disastro. Ne ha tantissimo e ne perde veramente tantissimo. Praticamente sempre.

Come pro, almeno, ha che si pulisce agevolmente e si asciuga in fretta e non puzza!
(Tranne i piedini, che sanno di salamino, ma questa è un'altra storia...).

Stratagemmi:
Un aiuto che può consolare, è cercare di tenerli spazzolati almeno due volte alla settimana, (ho trovato una spazzolina di gomma eccezionale), questo riduce di molto il pelo ovunque.
I padroni della piccolina mi hanno detto che l'hanno abituata con l'aspirapolvere a bassa velocità e usano direttamente quello, come un tenero massaggio aspirante!

Per la brillantezza e pulizia, un cucchiaio scarso di olio di semi (non di oliva!) alla settimana nella pappa lo rende lucido.
Il bagnetto lo faccio quando serve, poi mi asciugo davanti alla stufetta, attualmente uso un shampoo con cui mi trovo molto bene, il Leniderm all'avena per pelli sensibili, che lascia anche un profumo gradevole.

Voi che mi raccontate?